Nostalgia della mitica tovaglietta di carta

Negli USA ho notato una strana mancanza, ovvero quella della tovaglietta di carta che è assente quando si mangia in un ristorante casual, ovvero alla buona.

Bisogna fare una premessa: l’80% dei ristoranti americani è casual, mentre solo pochi ristoranti appartengono alla categoria di ristoranti eleganti e iper-cari. In questi ultimi di solito il cibo viene servito su una bella tovaglia bianca e pulitissima, trattamento che da noi viene offerto anche nelle osterie e trattorie dai prezzi più che abbordabili. Negli USA invece questo trattamento di lusso prevede un conto salatissimo, con antipasti da $20, primi da $30 e portate a base di carne o pesce a $50, per non parlare del prezzo delle bottiglie di vino (negli USA il vino sfuso non esiste).

Se non si vuole spendere una follia, si opta per un ristorante casual, ma non necessariamente super-economico. Un esempio di ristorante casual può essere un ristorante spagnolo di tapas e paella, un ristorante greco, un ristorante dove servono bistecche e hamburger, un ristorante asiatico, un ristorante italiano dove servono pizze, primi e secondi e dove, mediamente in una città come Washington DC una cena per due può costare dai $60 ai $100, mancia inclusa.

Ebbene, in questi ristoranti casual e non troppo economici, i piatti e i bicchieri (e a volte anche le posate!) vengono appoggiati direttamente sul tavolo, senza nessuna tovaglia nè tovaglietta di carta. Allora, capisco che la tovaglia bianca sia di competenza dei ristoranti di lusso, ma la tovaglietta di carta, che in Italia si usa in pizzeria, negli USA non se la possono permettere? Ma che spilorci! Mi pare strano che nessuno pensi alla totale mancanza di igiene di questa usanza! Che se ti scivola la forchetta sul tavolo chissà quanti germi malefici le si attaccano addosso, specie se il cliente precedente l’ha toccato con le sue belle manine sporche o se ci ha appoggiato sopra la sua forchetta dopo averla messa in bocca! Per non parlare dei ristoranti che hanno i tavolini all’aperto dove, appena i clienti se ne vanno, gli uccellini invadono i tavoli e si fanno una gran abbuffata di briciole. E i prossimi clienti mangeranno proprio lì, su quei tavoli nudi e crudi che, forse, un cameriere pulirà in un nano secondo con uno straccio umido e non proprio pulito.

Ma nessuno che abbia l’idea di creare un business di tovagliette di carta negli USA? Io lancio l’idea, spero che qualcuno la accolga e faccia una gran fortuna!

20150826_101746 (1)

Triste tavolino senza tovaglietta di carta

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in USA e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Nostalgia della mitica tovaglietta di carta

  1. Gilda Serafini ha detto:

    Io non amo le tovagliette di carte,ma oggettivamente sono comode 🙂

  2. Valentina ha detto:

    Se sono sopravvissuti milioni di americani penso ce la faremo anche noi expat italiani abituati alla tovaglia bianca 😀

  3. BEP ha detto:

    Che poi quelle tovagliette le chiamiamo proprio “all’americana”… comunque forse non vogliono essere accostati ai fast food, dove la tovaglietta di carta è onnipresente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...