10 cose da sapere prima di andare in Cina

Prima di andare in Cina per lavoro, studio, vacanze o per qualsiasi altro motivo, ci sono dieci cose che bisogna sapere per essere psicologicamente pronti ad affrontare questo paese:

1. I taxisti non parlano inglese e non conoscono quasi nessun indirizzo: quindi prima di prendere un taxi in Cina munitevi dell’indirizzo in Cinese e magari anche di indicazioni stradali o di nomi di strade che si trovano vicino al luogo in cui dovete andare. Non provate nemmeno a sperare che un taxista cinese sappia che cos’e’ l’Hilton o la Canton Fair perchè qualsiasi nome straniero o inglese in Cinese cambia completamente. Mentre in italiano l’Hilton rimane Hilton in Cinese diventa qualcosa di completamente diverso. Quindi prima di salire su un taxi preparatevi per bene.

2. La sindrome del cammello: i Cinesi, quando devono sputare, sputano. Ma prima di sputare, raccolgono per bene il catarro emettendo un suono gutturale non pervenuto nel mondo occidentale. Quindi agli orecchi del neoarrivato in Cina sembrerà che la persona che sta per sputare stia per avere una sincope e stia per stramazzare al suolo. Invece sta solo raccogliendo in catarro che sputerà per terra di lì a poco.

3. I bagni sono per molti ma non per tutti: per qualche motivo i Cinesi non sono convinti di dover portare i propri bambini a fare i bisogni nei bagni pubblici o nei bagni dei ristoranti o dei centri commerciali. Invece preferiscono che i propri bambini facciano i loro bisogni all’aria aperta, in natura, forse memori di una Cina bucolica che non esiste più. Perciò un cespuglio o una siepe saranno sempre più attraenti di un bagno pubblico. Anche un bidone delle immondizie avrà un’ottima funzione di water piuttosto che portare il proprio figlio in un bagno pubblico. Quindi aspettatevi di vedere bambini Cinesi che fanno i loro bisogni ovunque.

4. La turca o la cinese? Il bagno definito in italiano “alla turca” è il classico bagno usato da tutti i cinesi in tutte le case, nei ristoranti, nei centri commerciali, negli aeroporti. Quindi da oggi in poi non la chiamerò più turca, bensì cinese! Se non siete dei fan del bagno alla turca, allora cercate il bagno per disabili in cui, di solito, si trova il water. Soltanto nei ristoranti occidentali e nei centri commerciali di lusso si trovano bagni con i water. Eppure piu’ di una volta sono entrata in questi bagni con il water e ho trovato i segni delle scarpe sulla ciambella del water, segno che anche lì i cinesi non hanno resistito alla posizione della turca che a loro, ormai, viene spontanea.

5. Rutto libero: il rutto a bocca aperta con tanto di effetti sonori è considerato normale in Cina, anzi i Cinesi credono che faccia bene alla salute liberare quest’aria che proviene dallo stomaco. Invece sono fermamente convinti che faccia male trattenerla. Quindi preparate le vostre orecchie al concerto dei rutti liberatori che non vengono fatti soltanto da gente di campagna, ma da chiunque viva in Cina, sia muratori che insegnanti o studenti.

6. Spingere e tacere: in Cina nessuno chiede “permesso” e nessuno si scusa quando deve farsi largo tra una folla di gente per uscire dalla metropolitana. Nessuno chiede scusa se spinge qualcun altro per sbaglio o se pesta un piede a qualcuno e, allo stesso tempo, la persona che è stata spinta o a cui è stato pestato un piede non si lamenta per niente. Tutti tacciono e intanto spingono, passano davanti, sgusciano fuori dalla metropolitana a suon di gomitate. Quindi state pronti a sgomitare e a prendere spinte senza fiatare.

7. Lo stile di Erode e Salomè, ovvero servire la testa su un piatto d’argento: nei ristoranti Cinesi, anche nei più rinomati, si usa servire la carne di pollo e di anatra con tanto di testa del volatile nel piatto. Anche nei supermercati, quando si vuole comprare il pollo bisogna fare attenzione perchè spesso il pacchetto è all inclusive, ovvero include la testa. La testa è considerata una parte prelibata e succulenta, proprio come pensava mia nonna che non scartava mai niente. E qui trovo la prima affinità tra i veneti di una volta e i cinesi: non si butta via niente, si mangia tutto! Chi ha iniziato a mangiare prima le zampe di gallina? I Cinesi o i Veneti? Di sicuro mia nonna le mangiava, gliel’ho visto fare più di una volta.

8. Il nudismo è di moda: chi si reca in Cina deve prepararsi a vedere molte persone mezze nude, soprattutto nel sud della Cina dove fa un caldo boia, più che nella pianura padana. Gli uomini hanno la tendenza a tirarsi su la maglietta fino al collo, mostrando i propri addominali possenti a chiunque passi per strada. Le donne cercano di indossare meno centimetri di stoffa possibili forse per non sudare o per evitare di lavare troppi vestiti impregnati di sudore. Quindi preparatevi allo spettacolo del nudismo estivo.

9. Il traffico non è adatto ai deboli di cuore: quindi se avete problemi cardiovascolari non andate in Cina perchè potreste rimanerci secchi. Oppure quando prendete un taxi consiglio vivamente di non guardare la strada.

10. Il collare e i caschi non esistono: non spaventatevi se vedete dei cani correre nel traffico cittadino, nè se vedete un motorino con un adulto e due bambini a bordo, tutti senza casco, andare contromano sull’autostrada di sera. In Cina sono cose di ordinaria amministrazione. Qui solitamente le persone che hanno un cane lo portano a passeggio senza guinzaglio e, senza guinzaglio, attraversano strade e camminano in zone molto trafficate sempre col cane a fianco o davanti. Per quanto riguarda il casco, nessuno lo porta, nè in motorino, nè in bicicletta, nè quando due, tre, anche quattro persone viaggiano insieme sullo stesso motorino.

IMG_3016

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cina e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a 10 cose da sapere prima di andare in Cina

  1. giovannacacciuto ha detto:

    Proprio un bel quadretto…. non sarà uno dei miei viaggi a breve ahahahah!!! la cosa che mi terrorizza di più è il fatto che mangino i cani… non so se potrei mai andarci..

  2. michel1na ha detto:

    Quando raccontavo dell’India ad una mia amica che aveva vissuto in Cina mi aveva detto che più o meno le abitudini si assomigliano!

  3. BEP ha detto:

    Avevo già letto questo post tempo fa, poi me ne ero dimenticato. Adesso sono in Cina da pochi giorni e per caso sono ricapitato qua. Posso confermare la maggior parte dei punti esposti. La cosa peggiore è stata quando, il primo giorno di lavoro, sono andato in bagno e ho scoperto la dura realtà. Soprattutto quando sono in un posto pubblico come al lavoro, ho bisogno di un momento di relax in privato, per rinfrescarmi il corpo ma soprattutto la mente. Il bagno turco offre tutt’altro che relax, è un incubo, le ginocchia fanno subito male. Per fortuna a casa abbiamo dei lussuosi bagni occidentali, altrimenti sarei certamente caduto in depressione.
    Una cosa che si potrebbe aggiungere sono le abitudini alimentari, dalle bacchette ai risucchi a tutto volume. Risucchi che da noi mi darebbero (anzi, danno, visto che c’è chi lo fa) enormemente fastidio, mentre qui riconosco che sia un comportamento normale e ci rido sopra.

    • samuelarti ha detto:

      Bravissimo, il mangiare col risucchio e’ mitico! Forse non l’ho elencato perche’ ormai mi ci sono abituata, ma andrebbe sicuramente menzionato per preparare psicologicamente chi arriva in Cina. Buon lavoro e buona esperienza “cinese”! 🙂

  4. Simone ha detto:

    Sono entrato in questa pagina proprio perché sono alle Mairitius in un villaggio frequentato da AHIMÈ….parecchi cinesi. Quando ho sentito e visto il primo sputacchio a terra sulla sabbia dove cammino ho ESCLAMATO AD ALTA VOCE…E CHE CAZZOOOOO!!
    Poi una seconda e una terza e via andare…..allora ho capito che sono malati fortemente e cercando risposte sono capitato qui! Bel quando della situazione ma vorrei approfondire il PERCHÉ di tanta schifezza 😅😅😅 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...