L’incubo di una italiana negli USA: l’assicurazione sanitaria

The_Scream

Quando sono arrivata negli USA avevo qualche timore riguardo all’assicurazione sanitaria. Sapevo che il sistema sanitario americano era ben diverso da quello italiano ma pensavo che sarebbe andato tutto bene avendo una buona assicurazione sanitaria privata. E invece mi sbagliavo. Mi ci e’ voluto poco per rendermi conto che qua il sistema sanitario e’ un enorme ingranaggio volto solamente a spremere i cittadini come limoni per risucchiare milioni e milioni di dollari e andare a riempire le tasche dei medici e dei dirigenti e impiegati delle compagnie assicurative.

In Italia esiste il sistema sanitario nazionale eppure TUTTI si lamentano dei costi del ticket, dei tempi di attesa e della malasanita’. Bene, invito chiunque a trascorrere un periodo di tempo negli USA e vedere come funzionano le cose qui. Una volta tornati in Italia tutti smetterebbero di lamentarsi e ringrazierebbero ogni giorno il Signore di essere nati e cresciuti in Italia dove il sistema sanitario nazionale e’ al secondo posto al mondo dopo quello francese.

Negli USA, purtroppo, la salute non e’ un diritto, ma e’ un qualcosa che va assicurato come un’automobile. L’assicurazione sanitaria privata funziona come l’assicurazione che abbiamo sulla nostra auto: piu’ incidenti si fanno e piu’ si paga di assicurazione. Inoltre qua se ti ammali o devi fare delle visite, anche se hai l’assicurazione, non e’ detto che tutte le spese vengano coperte da tale assicurazione, anzi. Spesso l’assicurazione decide di pagarne una parte e il resto lo devi mettere tu, di tasca tua. Stessa cosa vale per i farmaci: anche se hai l’assicurazione devi pagare un ticket e se il farmaco non e’ nella lista di quelli coperti dalla tua assicurazione lo devi pagare per intero. Meglio neanche pensare al caso in cui non si possa avere un’assicurazione perche’ si e’ disoccupati e non si hanno i soldi per pagarla mensilmente. In quel caso bisogna pregare di non ammalarsi o di non fare un incidente perche’ sarebbe la fine. Qua i costi sono ridicoli e gonfiati in modo vergognoso tanto che una visita al pronto soccorso e gli esami per una sospetta appendicite possono costare $9000, la fattura di una visita da un otorino puo’ essere di $500. L’aspetto peggiore di questo sistema e’ che non si possono mai sapere i costi in anticipo, ma solo a esame fatto, a intervento fatto, a visita fatta. Quindi se devo fare un intervento non posso sapere in anticipo quanto paghera’ l’assicurazione e quanto dovro’ pagare io e quindi mi e’ impossibile sapere quanto devo risparmiare, se mi conviene prenotare una vacanza o tenermi i soldi, se posso comprare un nuovo paio di scarpe o evitare la spesa in vista del conto dell’ospedale. E quindi si vive in uno stato di perenne tensione e si lavora costantemente per guadagnare sempre piu’ soldi che sono indispensabili nel caso che ci si ammali. E quei poveretti che non hanno i soldi per pagarsi l’assicurazione sanitaria? Ah, e’ colpa loro, dato che non sono in grado di trovarsi un lavoro dignitoso. Questa e’ la mentalita’ comune da queste parti.

Direi che chi ha inventato questo sistema e’ un vero genio. E geni sono tutti quegli Americani (e sono tanti) che sostengono questo sistema e sono contro ogni cambiamento. Obama ci ha provato, ma qua le teste sono dure, piu’ dure di quanto si aspettava.

Aiutooo!!!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in USA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...